Come cambia il senso del Luogo: spazi urbani e ambienti mediali



Inizio:
24 September 2020, 9 h 00 min

Fine:
26 September 2020, 19 h 00 min


Categorie:

CONVEGNO INTERNAZIONALE SAPIENZA UNIVERSITÀ DI ROMA 24-25-26 SETTEMBRE 2020

Dipartimento CORIS – Dottorato Comunicazione, Ricerca Sociale, Marketing

COME CAMBIA IL SENSO DEL LUOGO: SPAZI URBANI E AMBIENTI MEDIALI

In collaborazione con:
FedRoS – Federazione Romanza di Semiotica
AISS – Associazione Italiana di Studi Semiotici

Organizzazione:
Unità di Ricerca “Spazio Urbano, creatività, media”, CORIS
LARS – Laboratorio Romano di Semiotica

Il convegno ha principalmente due obiettivi: il primo è quello di chiamare a raccolta e fare il punto su una serie di ricerche di orientamento sociosemiotico sviluppate a livello internazionale sui temi della città e dei suoi cambiamenti, che si producono sotto la spinta dei flussi culturali locali e globali, dei consumi, dei conflitti sociali. Il secondo è quello di indagare il modo in cui la città diventa un campo di osservazione privilegiato per cogliere i mutamenti indotti della progressiva mediatizzazione dei nostri spazi di vita.

Gli sviluppi recenti dei media digitali sono caratterizzati da una sempre maggiore relazione con la spazialità, relazione da intendere non solo, o non più, come superamento delle percezioni spazio-temporali, quell’andare oltre il senso del luogo che ha sempre caratterizzato le forme mediali, ma piuttosto come strumenti totalmente intrecciati allo spazio, grazie al fatto di essere sempre più portatili – in grado di muoversi o essere mossi nello spazio – e geolocalizzabili – localizzabili attraverso mappe web-digitali. Per questo, si rivelano sempre più strumenti di elaborazione e configurazione dello spazio stesso che intervengono sulle pratiche quotidiane di spazializzazione e sulla loro pertinenza.

Fino ad oggi si è soprattutto lavorato in modo separato sullo spazio (nelle sue varie declinazioni, rappresentazioni, forme di vita, simbologie) e sui media ma non nella loro radicale integrazione, un processo che oggi si sta rivelando come dominante. Non a caso a proposito degli spazi urbani si parla di mediascape e ambienti mediali. Lo stretto rapporto – interconnesso – che i media portatili e geolocalizzati intrattengono con gli spazi di vita comporta un coinvolgimento completo degli utenti dei media, soprattutto nella propriocezione corporea nello spazio medializzato, gestita dalla possibilità di elaborare digitalmente la collocazione nello spazio – propria, di altri, di oggetti – attraverso web, app e social media. la propria collocazione nello spazio e quella degli altri soggetti/oggetti. Si tratta dell’affermarsi di uno spazio digitale che spinge a riconsiderare molte forme di attività umana collegate agli spazi reali, per cercare di rintracciare il modo in cui lo spazio digitale articola le relazioni e i processi di produzione dei significati inerenti alla spazialità. Vedi di più.

Ecco il programma definitivo e il book of abstract

È possibile seguire le conferenze attraverso il link qui sotto:
https://meet.google.com/ukj-vqug-gbo

 



Fédération Romane de Sémiotique
Romance Federation of Semiotics
Federazione Romanza di Semiotica
Federação Românica de Semiótica